Ricomincio da tre (io, la mia agenda e il blog!)

…prima che il tempo si porti via tutto, e che settembre ci porti una strana felicità….”.

Canta così, in uno dei suoi ultimi pezzi, Jovanotti. Una frase che sento molto mia. Proprio così: le vacanze sono ormai solo un nostalgico ricordo. I cesti della biancheria sono zeppi di cose da lavare. Frigo e dispensa sono ancora vuoti, eppure….

Eppure sento addosso questa “strana” felicità. E’ quella tipica sensazione da “primo giorno di scuola”. Quella carica adrenalinica, quella voglia di ricominciare tutto e meglio. Quella facile illusione che dal 1° settembre ci si possa lasciare alle spalle le cose che non ci piacciono, le nostre piccole sconfitte, i nostri numerosi difetti, e diventare di colpo donne e mamme migliori.

Ebbene sì. Voglio illudermi anche stavolta.

Ho cominciato acquistando una bella agenda nuova, dalla copertina glicine e i particolari fucksia. Si, lo so che ormai si fa tutto con smartphone e tablet, che si usano le agende elettroniche e bla, bla, bla… e in effetti anch’io ho provato ad un certo punto a stare al passo con i tempi e a “tecnologizzarmi” ma, niente. Premesso che in vita mia ho distrutto miriadi di cellulari ma non ho mai perso un diario… io amo la carta, l’agenda da tenere in borsa e sfogliare, gli appunti a penna con la mia pessima grafia. Non voglio copiare e incollare o cancellare con un colpo di clic. Voglio che di tutto, scarabocchi e cancellature comprese, resti traccia.

Scelta l’agenda, il secondo passo è stato compilare la mia lista di piccoli e grandi obiettivi. Il mio elenco di buoni propositi, nuove sfide e cose da fare, e tenterò a mano a mano di spuntarla.

Cosa accadrà se non ci riuscirò?? Ovviamente nulla…

Resterò la solita mamma imperfetta, disordinata e disorganizzata che, però, prova con tutta se stessa a non appiattirsi, a continuare a progettare, a non smettere di sognare.

E in fondo anche solo questo mi sembra un primo, importante, obiettivo da centrare.

Commenti

Leave a Reply