Sballoween: spettacoli e cartoons al Pareo Park

Una festa di Halloween a misura di bambino quella che che si è tenuta, sabato 28 e domenica 29 ottobre, al Pareo Park di Licola (NA). Un weekend di giochi, animazione e spettacoli live, in cui c’erano sì mostri, fantasmi e streghe, ma affiancati dai rassicuranti personaggi dei cartoons più amati dai bambini. E così, la tenebrosa ricorrenza di origine celtica fa meno paura e da halloween si trasforma in “Sballoween“.

Indossati i nostri cappelli da strega, io e Marty ci siamo avventurate sabato mattina alla scoperta del parco acquatico più grande del sud Italia. Dappertutto balle di fieno e zucche intagliate, scheletri penzolanti dagli alberi e addirittura un piccolo cimitero con tanto di teschi e lapidi. Dopo un attimo di sconcerto iniziale, Martina ha subito colto la finalità giocosa (del resto di Halloween adesso ne parlano anche a scuola) ed è stata subito allo scherzo, prestandosi in maniera divertita ai miei molteplici scatti.

L’ex Magic World – oggi Pareo Park – dopo anni di buio è stato rilevato da una nuova cordata imprenditoriale e completamente rinnovato. Inaugurato a luglio scorso, a mio avviso possiede tutti i requisiti per divenire un nuovo punto di riferimento (non solo estivo) per l’intrattenimento delle famiglie campane. E l’evento di Halloween – organizzato dallo staff di Animazione in corso che, per l’occasione, ha rivisitato in chiave dark l’ormai collaudato format di Ma dove vivono i cartoni? – ne è stato un primo banco di prova.

Certo, la risposta in termini di pubblico (complici sicuramente il forte vento che ha caratterizzato le prime ore della mattinata di sabato e la partita in casa del Napoli di domenica pomeriggio) è stata più tiepida rispetto ad altre occasioni (ricordate la fiumana di gente accorsa ad Agnano per il Cartoon Day? Ve ne avevo parlato qui) ma ciò che subito è balzato agli occhi è stato l’imponente sforzo organizzativo e l’intenzione di tradurre in migliorie quelle che erano state le critiche e le pecche emerse nelle passate edizioni.

E così i gonfiabili si sono praticamente quintuplicati. Allo stesso modo è aumentata la presenza di animatori e pupazzoni (da Minnie e Topolino ai PJMask, passando per Masha e Orso). Migliorati tecnicamente anche i mini live. Piacevole scoperta, la splendida voce di Giada Penna che ha impreziosito alcune fiabe, cantando dal vivo le più belle canzoni Disney.

Ed è proprio la Penna ad interpretare la sigla ufficiale di Ma dove vivono i cartoni? che, scritta da Francesco Chiaiese e musicata da 4Fasi Production, è stata presentata per la prima volta proprio sabato scorso.

Ma il momento per me più coinvolgente (ed artisticamente più elevato) è stato lo Sballoween Show: un lungo medley di canzoni e colonne sonore dei più celebri videoclip, film e personaggi horror: da Thriller di Michael Jackson alla Famiglia Addams (esilarante Mercoledì), passando per i tributi a Maleficent e Crudelia Demon, danzato da un corpo di ballo vero e proprio.

Pregevoli le coreografie di Gianluca Guadagno (tanto bravo quanto bello 😛 )

Martina era invece al settimo cielo per aver finalmente incontrato la sua eroina Vaiana (suggestivo l’allestimento della barchetta a bordo piscina) e si è molto divertita con la piccola scuola di magia. Abbiamo fatto impazzire il papà con l’illusione del bicchiere di plastica che lievita… eh, so che adesso morite dalla voglia di sapere il trucco ma non ve lo diciamo… la prossima volta ci venivate anche voi 😉 😀 😉

Commenti

Leave a Reply