Nel cuore di Napoli un piccolo regno incantato

Nel cuore di Napoli. Nei meandri dei vicoli stretti e pregni di tradizione, è sorto un piccolo mondo magico. È stato inaugurato venerdì 24 novembre, alla presenza del sindaco Luigi de Magistris, “Il Piccolo Regno Incantato“; spettacolo itinerante che animerà il Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore fino al prossimo 7 gennaio 2018.

Un cast di trenta attori (tutti napoletani, come ci hanno tenuto a sottolineare gli organizzatori dell’evento), travestiti dai più noti amati personaggi delle favole, hanno guidato un folto pubblico di grandi e piccini attraverso un percorso fiabesco che si snoda in ben 15 scene, per un totale di oltre 600 metri quadrati.

Dalla tana del Bianconiglio alla casetta dei tre porcellini. Dall’Isola che non c’è al ventre della balena che ingoiò Pinocchio, Geppetto e il Grillo parlante, fino ad approdare nella sala del trono della Fata delle fate, gli spettatori co-partecipano alla rappresentazione fino a divenirne i principali protagonisti. Sono proprio loro, infatti, i “bambini magici” che i personaggi con ansia attendevano. Sono proprio loro che, con la loro fantasia ed immaginazione, rendono possibile la sopravvivenza dei personaggi delle fiabe, messa a rischio dalla freddezza e dal cinismo del mondo reale.

Bravi gli attori, i costumisti e i truccatori. Ancor di più gli scenografi che, con pregevole maestria, hanno trasformato e colorato gli ampi saloni bianchi del complesso di San Domenico Maggiore. Forse a tratti eccessivamente zuccheroso il testo, privo della figura di un “cattivo” in grado di aggiungere verve alla  narrazione. In generale, iniziativa assolutamente da promuovere e replicare in quanto, con il pretesto dello spettacolo teatrale,  mira a far  riscoprire piccoli tesori architettonici del nostro patrimonio monumentale, troppo spesso sconosciuti o dimenticati.

 

Commenti

Leave a Reply