Fermi tutti: tra poco è Natale!

Rieccomi qua. È tanto ormai che non riesco a trovare il tempo di scrivere. Di cose da raccontare, da condividere, ne avrei eccome ma… ultimamente le mie giornate sono diventate un centrifugato di ansia e stress. Un continuo correre da mattino a sera, provando ad incastrare i tasselli di un puzzle che, ahimè, mi appare sempre più caotico 😰😰

Come dite? Provate anche voi la stessa sensazione? Vi sentite anche voi come se vostro figlio vi avesse chiuso nella lavatrice programmando la centrifuga a 1000? Bene, sono in ottima compagnia, a quanto pare 😅😅

Scherzi a parte. È un periodo particolarmente intenso (e complicato) dal punto di vista lavorativo. A ciò si è aggiunta qualche preoccupazione di carattere personale. Nulla di irreparabile, sia chiaro. Ma, insomma, la testa è stata altrove e mi sono ritrovata  – assurdo per una “mamma-Elfo” come me – che dicembre era alle porte e non avevo ancora costruito il calendario dell’Avvento per i miei bimbi!!!

La mia intenzione, infatti, era di creare qualcosa con loro. Il web è una fonte infinita di idee e ispirazioni ma, come detto, il tempo (e un po’ la voglia) è mancato. E così mi sono ritrovata, alle 19:00 di sera del 30 novembre, al termine di una giornata lavorativa a dir poco allucinante, a girare tra i negozi e negozietti nei dintorni per rimediare qualcosa. Mi ha salvato il maxi shop cinese (quando cerchi qualcosa che sembra introvabile, vai dai cinesi e lo troverai!!) con questo simpatico Babbo Natale di feltro che ho pagato solo 5€. Unico handicap: le taschine. Parecchio piccoline e quindi, più delle mini barrette (i miei bimbi mangiano solo cioccolata kinder e nessun tipo di caramella) non ho potuto inserire, mentre la mia idea era di cambiare sorpresa ogni giorno.

Fortuna che lo spirito natalizio che risiede in me mi sia venuto in soccorso, facendomi venire in mente una soluzione carina (e poco complicata) per variare e rendere più giocoso il trascorrere dei 24 giorni…

Ho inserito di tanto in tanto (tipo in corrispondenza delle domeniche) dei bigliettini scritti a mano, naturalmente da Babbo Natale, in cui il barbuto vecchietto indica ai miei bimbi dove sono nascosti, in casa, dei piccoli regalini per loro. Una sorta di mini caccia al tesoro che ha entusiasmato tantissimo Martina che, tra l’altro, non stava nella pelle per il fatto che Babbo Natale avesse scritto LUI a LEI una letterina!!

È proprio vero che dovremmo imparare a guardare il mondo con gli occhi dei bambini. A loro basta poco per essere felici e anche le cose più piccole diventano straordinarie…

Inutile dirvi che lo sguardo carico di meraviglia di mia figlia mi ha subito riportato in “modalità folletto” e caricato di energia. Insomma, al diavolo l’ansia, al diavolo lo stress. Sarà anche sinonimo di traffico e spese folli, ma il Natale resta la festa più magica che ci sia e vale davvero la pena viverla fino in fondo, in famiglia, fin dalla sua attesa.

E quindi, rimbocchiamoci le maniche che siamo già al 5 dicembre e abbiamo ancora tutti i regali da acquistare e la casa da addobbare 💪💪

Commenti

Leave a Reply