Ricette di Natale: i consigli di Misya per un menù a prova di mamma

Rieccomi qui. Sono giorni, ormai, che sono latitante dal blog. Le mie ultime settimane sono state  devastanti 😰. Tra scadenze di fine anno, incombenze lavorative, regali, traffico, feste-festicciole-saggi e recite, sono arrivata al 22 dicembre praticamente già stressata 😱😱😱

Da domani inizierò i preparativi per il cenone della vigilia, che amo preparare e  trascorrere a casa mia, con i miei familiari. Certo, con due bambini piccoli (di cui uno tremendo), preparare tutto è piuttosto impegnativo ma, quest’anno, per provare ad organizzare tutto al meglio, e lasciare i miei ospiti  a bocca aperta, non solo ho seguito un seminario sull’arte della tavola natalizia  ma mi sono anche affidata ai consigli della più seguita foodblogger italiana!

Chi mi legge anche su facebook, infatti, ricorderà che qualche settimana fa ho fatto irruzione nel quartier generale del cliccatissimo sito di ricette Misya per una piacevolissima chiacchierata con la sua artefice; la dolce e sempre disponibile Flavia Imperatore.

Lei per me è, da sempre, un esempio da seguire. Donna del sud, moglie, lavoratrice e mamma di Elisa, che è riuscita a tramutare un hobby, una passione, nel suo lavoro. Misya è, infatti, ormai un’azienda a tutti gli effetti per la quale lavorano, oltre alla sua ideatrice, altre quattro donne.

Con  le feste che incombono, uno dei consigli che ho richiesto a Flavia non poteva che essere come fare a preparare un cenone quando si hanno dei bimbi piccoli da gestire…

I bambini, soprattutto nelle giornate di festa, non vanno esclusi ma coinvolti nella preparazione” mi ha risposto lei, senza esitare un solo istante!

“Elisa è sempre presente e mi dà una mano quando cuciniamo. Certo – ha aggiunto Misya –  le assegno dei compiti adatti alla sua età. Magari ci metteremo un po’ di tempo in più o qualcosina non verrà proprio perfetto. Ma di sicuro in questo modo sentirà anche lei la magia delle feste, e il momento della preparazione dei piatti diverrà anche un importante momento di condivisione mamma-figlio“.

Ovviamente non in tutte le ricette è possibile coinvolgere direttamente i bambini. Alcune si prestano allo scopo senza dubbio meglio di tante altre e, sul blog di Flavia, di proposte e spunti creativi ne trovate a iosa, soprattutto tra gli antipasti e i dolci. Qualche esempio?

Le tartine natalizie, da realizzare con stampini di diversa forma, divertiranno sicuramente tantissimo i vostri piccoli e li intratterranno mentre noi saremo magari alle prese con frutti di mare o baccalà.

E vogliamo parlare dell’originalità di questa meravigliosa ghirlanda di wurstel, peraltro gustosa e semplicissima da realizzare? I bambini saranno impegnati un bel po’ di tempo ad arrotolare i wurstel nei quadratini di pasta sfoglia… tempo preziosissimo per noi 😉

Su Misya, inoltre, al di là di tanti piatti di sicuro successo per rinnovare il classico menù delle feste (non so a voi, ma a me ispirano tantissimo questi cannelloni di pesce… slurp!), trovate anche idee simpatiche per rivisitare in chiave natalizia ricette e pietanze che magari già siete solite preparare. Basterà, ad esempio, disporre a piramide le palline dell’impasto del tradizionale danubio (e i bambini ad appallottolare sono i numeri 1 😀 ) per trasformare un semplice rustico in un abete natalizio.

Come dicevo, anche per i dolci le proposte sono tantissime e tutte sempre, rigorosamente, spiegate e fotografate step by step. Generalmente il dolce è qualcosa che si demanda agli ospiti e che si tende a comprare in pasticceria. Ma volete mettere il divertimento e la magia di preparare con i vostri bambini dei biscotti decorati da offrire la sera della vigilia a Babbo Natale o da regalare, chiusi in sacchetti trasparenti, ai nonni? E a proposito di rivisitare ricette che siamo già soliti preparare durante tutto l’anno, che ne dite di una torta pan di stelle (amatissima da grandi e piccini) a forma di albero?

Insomma, le possibilità per far diventare i nostri figli protagonisti dei preparativi delle cene e dei pranzi delle feste sono davvero infinite. Occorre solo un pizzico di fantasia e un po’ di pazienza… probabilmente la cucina si sporcherà di più ma, in compenso, non avremo bambini lagnosi, intenti a distruggere l’albero di Natale per ammazzare la noia 😀

 

 

Commenti

Leave a Reply