C’era una volta la colazione…

L’altro giorno ho ripescato per caso questa fotografia (perdonatene la pessima qualità) e devo dire che mi ha fatto una certa tenerezza. Credo risalga al 2012, al nostro primo San Valentino trascorso da sposi. Mi alzai presto quella mattina, infornai i cornetti messi a lievitare la sera prima (erano surgelati, ma buoni!), preparai il cappuccino e provai a decorarne la schiuma con il cacao amaro.

Nulla di particolarmente speciale o impegnativo. Eppure, vista con gli occhi di oggi, quella colazione preparata con calma e, soprattutto, CONSUMATA senza fretta, mi sembra roba di un’altra vita!

Rifletteteci, mamme. Come è cambiato il vostro modo di cominciare la giornata da quando sono arrivati i bambini?

A me, anzi a NOI, tantissimo. Lo scatto si riferisce alla “giornata degli innamorati”, ma in realtà per me e mio marito la colazione è sempre stato un rituale sacro. In certe giornate particolarmente dense di impegni, era praticamente l’unico vero momento di condivisione e dialogo tutto per noi. Senza trambusto. Senza stress.

All’inizio in cucina avevamo un piccolo snack. Eliminato, successivamente, per recuperare spazio e perché le piccole pesti si arrampicavano sugli sgabelli e potevano farsi male. Lì seduti ci potevamo stare anche trenta/quaranta minuti. Avevamo la macchinetta a capsule che faceva caffè e schiumava il latte. Sceglievamo ogni giorno un aroma differente e sorseggiavamo il nostro cappuccino tra una chiacchiera e una risata. In sottofondo le prime notizie diramate dai Tg del mattino, che amavamo commentare…

Nella mia vita post-figli, la mattina funziona in maniera “leggermente” differente….

La colazione si fa a turno. Mentre io sono di “guardia” ai piccoli, il marito va a docciarsi, e viceversa. Dei Tg neanche più ricordo i motivetti delle sigle 😅😅😅. Ormai la Tv è perennemente sintonizzata su Rai Yoyo e le notizie si sfogliano al massimo sull’I-phone, sempre che non sia costretta a cederlo a Martina, che lagna perché Mario le ha sottratto l’I-pad 🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️.

Ovviamente, tra un capriccio e l’altro, si è sempre in ritardo e il caffè (la macchinetta a capsule è ormai un lontano ricordo), lo bevo quasi sempre freddo, mentre faccio lo chignon a Marty che dopo scuola va a danza, sto attenta che Mario non saccheggi il frigo e preparo gli zainetti dei bimbi, avendo cura di non mettere i pannolini per il Nido in quello di lei, e le scarpette per il corso di classico, in quello di lui 😵😵

Insomma, le colazioni romantiche di una volta sono un’utopia. I festeggiamenti di San Valentino, ancor di più. Ci viene in soccorso però Mulino Bianco che, come già sperimentato a Natale con Gli Abbracci, ha lanciato anche per la festa degli innamorati la possibilità di personalizzare, con i nomi della coppia e un messaggio d’amore, la confezione – stavolta – dei batticuore.

Se l’idea vi piace, andate subito sul sito e seguite tutte le istruzioni. C’è tempo fino al 31 gennaio per prenotare ed acquistare, a soli 10€, la vostra confezione di batticuori personalizzata e provare a stupire la vostra dolce metà, illudendovi di essere ancora giovani sposini 😉

Commenti

5 Comments

  1. Serena

    26 gennaio 2018 at 9:05

    Carino l’articolo…fino a…biscotti del mulino bianco??? Ormai questi blog sono tutti una pubblicità!

    1. Roberta80

      26 gennaio 2018 at 9:15

      Ti assicuro che Mulino Bianco NON mi ha dato un centesimo (purtroppo 😛 ) per la citazione. Mi sembrava un’idea carina (che io per prima ho ordinato) e in tema con il discorso colazione/San Valentino…

  2. Serena

    26 gennaio 2018 at 9:47

    A me personalmente non piace vedere citati prodotti e marche in post sui social o sui blog, mi danno l’idea di artefatto, poco naturale…. idea personale ovviamente!

    1. Roberta80

      26 gennaio 2018 at 10:04

      Opinione assolutamente legittima e per molti versi condivisibile 😉
      Continua a leggermi, se ti va, e a dirmi la tua. Mi aiuterà sicuramente a far crescere e migliorare questo spazio.

  3. serena

    26 gennaio 2018 at 10:58

    Certo. Sarà fatto! Ps: condivido pienamente la prima parte del post!!

Leave a Reply