Lilloland: una giungla di divertimenti in città

Finalmente siamo stati a Lilloland. Di cosa si tratta? Di un vasto e ben attrezzato parco divertimenti per i piccoli, che si trova a Napoli, al confine tra i quartieri di Vomero e Soccavo. Arrivarci con la Tangenziale è semplicissimo. La struttura dista, infatti, pochissimi metri dall’uscita Vomero, direzione Via Pigna. Noi siamo stati fortunati a trovare posto per l’auto proprio lì nei dintorni ma, in alternativa, dal parcheggio convenzionato alla Rotonda San Domenico si può usufruire di una navetta che ti accompagna gratuitamente fino a destinazione.

Con 10€ (dal lunedì al venerdì sono 7€) i bimbi ottengono il braccialetto che gli dà diritto ad usufruire di tutti i giochi, per tutto il tempo che si vuole. Gli adulti pagano solo 1€ a persona, comprensivo di un buono acqua o caffè da ritirare al bar.

Martina, Mario e la piccola cuginetta Angela si sono scatenati e non volevano più andare via. Io mi sono divertita a fotografare tutto per raccontarvi, come sempre, ogni dettaglio.

Lilloland prende il nome da Lillo, un simpatico coccodrillo gigante che è la mascotte del “parco-giungla”, tutto allestito nei colori del verde e del marrone. Tra area interna ed esterna ci sono ben 600 metri quadri di attrazioni per tutti i gusti e tutte le età.

Ci sono tappetti elastici, un grandissimo playground con scivoli, percorsi avventurosi e palline colorate. Ed ancora gonfiabili, un’area soft carosel e una stanza morbidosa e colorata, tutta dedicata ai bimbi da 0 a 3 anni.

Vi è poi un’Area food ampia e confortevole (dotata anche di schermi per la proiezione delle partite) dove (e questa è quasi una rarità!) si mangia bene e a prezzi adeguati. E mentre si gusta un panino con hamburger e patatine o si assapora il menu bimbi a base di gnocchetti e cotoletta, ti potrà capitare che ti venga a salutare al tavolo Topolino, piuttosto che Olaf o Peppa Pig

 

Ma ciò che più di tutto mi ha colpito positivamente e che costituisce, secondo me, il vero valore aggiunto di Lillolandrispetto ad altre strutture similari, è la grande attenzione riservata all’igiene e alla sicurezza.

I servizi igienici sono impeccabili e dotati di fasciatoio e lavabi a misura di bimbo. Il personale dedito alla pulizia non tralascia nulla (una menzione speciale merita la signora Laura, onnipresente ed instancabile!!). L’ingresso e l’uscita dal parco sono sorvegliati dal personale di vigilanza e tutte le aree gioco sono presidiate dai ragazzi dello staff di animazione al fine di assicurarne la corretta fruizione da parte dei più piccoli.

Infine, ciliegina sulla torta, un ricco e variegato programma di spettacoli ed intrattenimenti  – sapientemente strutturato dai responsabili dell’animazione Gianluca Guadagno (alias “Giallo“) e Federica Mele – che segue, ogni fine settimana, un filo conduttore differente e che si alterna tra baby dance, trucca-bimbi, laboratori, giochi a premio e piccole rappresentazioni dedicate ai classici Disney.

Noi abbiamo assistito ad Alice nel paese delle meraviglie. Se cliccate sulla pagina ufficiale facebook potrete consultare il programma dettagliato di ogni week end.

Insomma, per noi Lilloland è stato promosso a pieni voti e finisce dritto dritto nell’elenco dei luoghi belli della nostra città e in cui tornare presto 😉

Commenti

Leave a Reply