Noia post vacanze? Ecco cosa fare con i bimbi in attesa del ritorno a scuola

Ormai le vacanze sono finite quasi per tutti. Mancano, però, ancora diversi giorni al ritorno a scuola e alla ripresa a pieno ritmo di tutte le normali attività. Le giornate sembrano lunghissime e tutte uguali ed è la noia, spesso, a farla da padrona.

Non c’è più il mare a divertire e stancare i nostri figli. Non ci sono più i grandi spazi aperti per correre e giocare in libertà. I bimbi sono costretti a stare rinchiusi in quattro mura e a fare indigestione di tablet e TV.

Come intrattenere allora i piccoli ed evitare che diventino apatici ed insofferenti?

Ecco alcuni piccoli suggerimenti. Tre semplicissime attività che divertiranno e stimoleranno i nostri bambini.

  • RISCOPRIRE I VECCHI GIOCHI DI UNA VOLTA

Per quanto tecnologici, multi-accessoriati e, soprattutto, costosi possano essere i giocattoli moderni, il loro destino è risaputo: finiranno, dopo una settimana/dieci giorni al massimo, semidistrutti nella cesta-cimitero dei giochi. Sarebbe bello approfittare della “lentezza” di queste giornate per raccontare ai nostri figli di come anche con pochissimo ci divertivamo noi “ai nostri tempi”, e sperimentare con loro qualche gioco della nostra infanzia.

Ci ho provato, con un gessetto e una molletta per i panni, giocando a “Campana” (io lo chiamavo “settimana”).

Sono convinta che vi ricordiate tutti ancora come si fa. Noi abbiamo la fortuna di avere un cortiletto esterno, ma alla fine basta semplicemente un balcone (come quello che avevo io da bambina).

Martina si è divertita molto ad esercitarsi a saltellare e stare in equilibrio con una gamba sola, e ha anche ripassato i numeri. Mario ne ha invece approfittato per dare sfogo al suo estro…ehm… “artistico”, mettendosi per lo più a scribacchiare con il gesso sul pavimento 😅😅

  • PASTICCIARE IN CUCINA

Se non vi va di saltellare, ma ripulire la cucina non vi spaventa, un’altra attività che appassiona sempre i bimbi è “pasticciare”.

Che si tratti di appallottolare polpette, stendere la pizza o impastare pasta frolla da trasformare poi in biscotti e crostate, il divertimento è sempre garantito e, in qualche caso, anche la riuscita della ricetta 😜

  • DEDICARSI AL FAI DA TE E RICICLO CREATIVO

Quando temete di aver sparato ormai tutte le cartucce, a venirvi incontro è il “fai da te“.

Passatempo evergreen anche delle piovose giornate in vacanza, si presta a molteplici soluzioni. Perché con la giusta dose di pazienza e creatività, davvero TUTTO può essere trasformato in un lavoretto, un oggetto “prezioso” o in un’opera d’arte.

Martina, con l’ausilio stavolta della nonna, quest’estate si è ad esempio divertita molto a realizzare collane di pasta che sfoggiava, con orgoglio, nelle passeggiate serali e che ha regalato anche alle amichette.

Con un po’ di materiale e abilità manuale in più si può, naturalmente, costruire qualunque cosa.

Vi ripropongo ad esempio la nostra casetta degli uccellini, ormai distrutta dai vari temporali. Intendiamo rifarla anche perché abbiamo capito che conviene realizzarla quando si va incontro al freddo e il cibo per gli uccellini inizia a scarseggiare. Vi terremo, come sempre, aggiornate sul risultato 😉

Commenti

17 Comments

  1. Veronica Bufano

    30 agosto 2018 at 9:57

    Quando ero piccola la fine delle vacanze rappresentava un trauma, cosi come l’inizio della scuola. Capisco bene come possano sentirsi i bambini, poveri piccoli!

  2. Eleba

    30 agosto 2018 at 10:07

    Prepariamo anche i bambini al trauma del rientro… e queste mi sembrano soluzioni divertenti sia per loro che per i genitori!

  3. Serena, FaccioComeMiPare.com

    30 agosto 2018 at 10:35

    Fai I complimenti a Martina per la crostata, e’ venuta molto bene. 🙂

    1. Roberta80

      30 agosto 2018 at 10:39

      riferirò 😉 🙂

  4. Nicoletta

    30 agosto 2018 at 12:23

    Mio figlio è ancora piccino, ha 5 mesi! Ma già adesso che sono a casa mi diverto con lui a fargli fare cose adatte ovviamente alla sua età… che è quella della scoperta!
    Per quando sarà più grandino il mio obiettivo sarà uno: ovvero niente tablet in mano o cellulari! Ci sono altri modi per impegnarli e farli divertire!
    Nicoletta
    http://lavieestbellebynicoletta.com/

  5. Raffi

    30 agosto 2018 at 12:28

    Ci sono giochi che ormai i bambini non fanno più e che non sarebbe male riproporre. Tu hai proposto campana, io avrei proposto il gioco dell’elastico. Pensa che mi piaceva talmente tanto che mettevo addirittura due sedie per tenere l’elastico quando ero da sola.
    (Non sono l’unica a ricordare questo vecchio gioco, vero?) 🙂

    1. Roberta80

      30 agosto 2018 at 12:31

      siiii… “le molle” <3 così lo chiamavo io. era anche tra i miei giochi preferiti 🙂

  6. Paolo salvetti

    30 agosto 2018 at 13:05

    Tutte attività che cerco di fare con la mia nipotina, ma molto spesso ai bambini molti genitori danno un cellulare per stare tranquilli, che pecato!

  7. coolclosets

    30 agosto 2018 at 18:22

    quando ero piccola e le acanze finavano ero felice perchè la scuola era sinonimo di rivedere le amichette

  8. sheila

    30 agosto 2018 at 19:38

    guai annoiare un bambino! bellissimi tutti questi consigli utili bravissima

  9. anna di

    31 agosto 2018 at 5:28

    Sono quasi tutte attività che facevo anche io, mi piace soprattutto l’idea di fare dolci con ii bambini, perchè loro si divertono, la casa profuma e poi tutti a mangiare ! Però devo dire che in troppi si divertono con i giochini del tablet o smartphone… vuoi mettere la differenza? Averne di mamme come te 🙂

  10. Erika Cammarata

    31 agosto 2018 at 8:13

    Il costruire cose con materiale da riciclo era la mia attività preferita da piccola. Facevo disperare mia mamma. Però mi divertivo davvero un sacco. E poi adoravo il Monopoli.

  11. Danila

    31 agosto 2018 at 10:14

    Tutte attività molto carine che anch’io pratico spesso con mio figlio

  12. Monica

    31 agosto 2018 at 13:22

    Questi giochi semplici alla fine sono sempre i migliori per i bambini!

  13. Martina Bressan

    31 agosto 2018 at 14:44

    In effetti questo periodo di preparazione al ritorno a scuola, può essere un po’ particolare…io trovo bellissima l’idea di riscoprire i giochi di una volta, e anche quella di cucinare, i bambini sono spesso molto bravi in lavori di manodopera!

  14. ylenia pravisani

    31 agosto 2018 at 14:48

    Da piccola i miei lo facevano con me e mi sono ritrovata nelle tue idee anti noia!

  15. Sabrina

    1 settembre 2018 at 13:35

    Ottimi suggerimenti!! Anche con mia figlia che ormai è grande, passavo molto tempo a giocare “come una volta”. Vado a leggermi l articolo sulla casetta dei uccellini 😊

Leave a Reply