Pigiama party: l’ultima moda in tema di feste per bambini

L’ultimo trend in fatto di feste per bambini? Sicuramente il Pigiama party!

Una moda che ha conquistato anche i Vip. La bella Alessia Marcuzzi, ad esempio, ne ha organizzato uno in casa sua, il mese scorso, per festeggiare i 7 anni di Mia, la figlia nata dalla relazione con Francesco Facchinetti.

Questo uno degli scatti che la conduttrice televisiva ha postato sul suo profilo Instagram, ottenendo più di settantamila like e centinaia di messaggi di auguri.

Un allestimento nei toni del rosa e curato, nei minimi dettagli, dalla Event designer & party Stylist Luna Di Vanna che ha praticamente trasformato il salone di casa Marcuzzi in un “camping per signorine” con queste meravigliose tendine di stoffa realizzate a mano, e poi lucine, cuscini e palloncini a volontà.

Dimenticate, insomma, sacchi a pelo, torce, film horror e storie di paura. Per quanto la moda del Pigiama party sia senza dubbio stata importata dagli States, la versione attuale è molto diversa da quella che guardavamo da bambini nei telefilm americani.

I Pigiama party che stanno spopolando di recente sono molto più glam e ricercati, pensati quasi esclusivamente per feste tra femminucce. Quasi un’evoluzione degli Spa party che pure hanno avuto un grosso boom nell’ultimo periodo.

Ma parliamo di uno stile di festa solo per Vip? Completamente inaccessibile per noi mamme-comuni-mortali? 😀

Lo abbiamo chiesto ad Aurora Manuele, mente creativa di Animazione in corso e nota Event&Party planner napoletana, che ha realizzato il Pigiama party dell’immagine di copertina.

“Il costo di una festa del genere, comprensivo di allestimento e tendine, si aggira su una cifra che va dai 300 ai 500 euro – ci spiega Aurora -. E naturalmente occorre uno spazio medio-grande, tipo un salone o una stanza da letto abbastanza ampia”.

Sul costo incide ovviamente anche il numero di invitate ma, proprio per le sue peculiarità, il Pigiama party mal si adatta ad una festa con troppi partecipanti.

È, piuttosto, un modo per festeggiare in intimità, tra amiche, e sentirsi grandi” sottolinea, infatti, Aurora Manuele. “Anche i giochi e le attività in cui saranno impegnate le bambine dovranno essere in linea con l’atmosfera del party: confidenze tra amiche, con il gioco del diario segreto, giochi con gli smalti, trucchi, racconti di principesse e magari un piccolo laboratorio creativo”.

ph. credits: Aurora Manuele

Ma a divertire più di ogni altra cosa sarà l’inconfondibile dress code: tutte rigorosamente in pigiama!!!

Infine, se proprio si ha voglia di osare, il Pigiama Party potrà durare tutta la notte e concludersi al mattino seguente con una ricca prima colazione 😛

ph. credits: pagina FB Cynara Flair
ph. credits: pagina FB Cynara Flair

Non so voi, ma a me è già venuta una voglia matta di organizzarne uno 😀

Commenti

Leave a Reply